I centrini sospesi

Parte dall’idea di quattro donne, unite dalla passione comune per l’uncinetto, il progetto “Centrini Sospesi” installazione inaugurata ieri nel Corso Repubblica del paese di Domusnovas. Si tratta di un’opera artistica formata da 107 centrini, la maggior parte realizzati durante l’inverno, altri ricordi preziosi risalenti ai primi del 900.

Le protagoniste del progetto sono Paola(ritratta nella foto sotto), Isabella, Rita, Alessandra. Donne con età, storie e percorsi differenti, intrecciati grazie all’obiettivo comune di risvegliare l’interesse per l’arte dell’uncinetto e promuoverne lo sviluppo. 

L’uncinetto, diversamente da come si potrebbe pensare - affermano le protagoniste del progetto - è una passione non solo delle persone anziane. Soprattutto negli ultimi anni, infatti, grazie anche ai vari social, ha visto una veloce diffusione anche tra i giovani. Nella rete, si possono trovare diverse influencer attive sul tema, e non esclusivamente donne. Isabella, la più giovane del gruppo, ha proprio imparato guardando dei tutorial su YouTube. Paola, ideatrice del progetto, che ha poi coinvolto le altre donne, ha iniziato ad appena 9 anni, grazie agli insegnamenti della zia, sorella della madre. Così come Rita, che ha imparato dalla madre. Diversa la storia di Alessandra che ha incontrato la passione in edicola, osservando e acquistando nella storica edicola di signor Cardia i primi giornali dedicati al tema. Affermano le protagoniste: “Con l’uncinetto si può creare tutto ciò che la nostra fantasia ci propone, non solo centrini o oggettistica per la casa. L’unico aspetto di cui tener conto è che questa passione necessità di una grande attenzione, di una bona vista e di tanta manualità. Sbagliare un punto significa rifare tutto da capo.” Un’attività con tanti benefici da diversi punti di vista e che oltre all’energia creativa e alla bellezza che permette di creare contribuisce a ridurre lo stress, ad abbassare l’ansia e aumentare la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità.

Il futuro del progetto è già oggi, con la programmazione di nuove installazioni in diverse zone del paese.

Queste donne senza saperlo sono delle vere e proprie programmatrici, la matematica e la geometria sono infatti alla base dei loro intrecci. Intrecci che costruiscono reti preziose formate da persone accomunate dallo stesso obiettivo di donare bellezza alla comunità.

Il progetto “centrini sospesi” è realizzato con il patrocinio del Comune di Domusnovas e con il supporto dell’Associazione Francesco Lamieri.

Ultima modifica il Domenica, 07 Agosto 2022 09:50
(0 Voti)
Letto 485 volte

Altro in questa categoria:

« Studiare per scrivere un futuro migliore

Lascia un commento

Assicurati di inserire tutte le informazioni richieste, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è permesso.